CLOWNTERAPIA IN CASA DI RIPOSO
     
  CUNDIVISIUN (pota..)

Data: 23 febbraio 2003, ore 14.30

Luogo: Casa di riposo per anziani "D. Orione" - BERGAMO

Compagni d'avventura: Eolo, Tony, Bombolo, Prurito, Nocciolina, Escamillo

CONSIDERAZIONI

Tra Orse che bloccano i treni e vigili che bloccano il traffico, già al mattino mi sono alzato con un pensiero fisso, dettato dal mio neurone piu' bravo (dei due, quello che ha fatto l'università giu' al nord): " come fregare chi mi vuole fermare..."

Alle 13.15 ho gia' elaborato il tragitto-fantasma, la strada da percorrere per risultare invisibile ai ghisà di milano.. effettivamente alle 13.25 in punto, proprio percorrendo quella via.. incrocio una pattuglia anti-smog!!

" bella mossa escamillo, bel tragitto, complimenti"
(sempre il neurone laureato, bastardo... tse'.. tanti soldi per farlo studiare.. va' e cresci neuroni!!)

Sono pero' fortunato, mentre mi fermo al semaforo la pattuglia sta multando un poveretto (nonostante le sei marmitte catalitiche, pare che lui emanasse un leggero fetore d'ascella che bucava l'ozono proprio sopra piazza Miani).. Verde.. via.. volo dai miei compagni...

Ore 14.25 Dopo un'attesa di 16 minuti al casello autostradale di bergamo, chiamo Eolo per capire i motivi del ritardo.. siamo a 15 metri di distanza gli uni dagli altri e ci aspettiamo a vicenda.. bello!

Ore 14.40: Si entra..
Non ho mai fatto servizio presso una casa di riposo per anziani... (be'.. veramente è il mio secondo servizio in assoluto..) Sono teso.. poi basta uno sguardo nella sala per rendermi conto che abbiamo una concorrente: Mara Venier.

Non c'e' storia! In un attimo sono tutti dalla nostra parte: qualcuno spegne addirittura la tv! Eolo inizia a fare dei monumentali cappelli coi palloncini che fanno scompisciare dal ridere tutti.. il tempo vola.. la mia specialità diventa la lumachina variopinta, un successo.. una signora con carrozzina bi-turbo mi insegue: mi dice letteralmente che, dopo suo marito, non vuole più animali cornuti, pero' ha visto fare a eolo un pesce meraviglioso.. cerco eolo.. lei sgomma, continua a inseguirmi.. si canta, si scherza, si regala gioia e allegria a chi passa le ore vuote, a guardare una finestra che dà su un cortile dove non passa nessuno (i piu' fortunati.. i piu' sfigati, invece, continuano a guardare la Venier..).. schiumacherina raggiunge eolo che le fa il pesce.. nell'ultimo reparto incontro un anziano ossuto, magro, mingherlino... mi dice: "che fai?".. e io: "un fiore".. e lui, inferocito e gridando a piu' non posso:"aaaaaaahhh aaaahhhhhhh un fioreeeee".. sbianco, ... poi lui mi
guarda, e a bassa voce sussurra: "si, un fiore, bello, grazie...".

Continuiamo a fare palloncini e a regalare sorrisi, mentre il nonnino, illuminato dalle sue urla improvvise (ogni 3-4 minuti), mi fa venire in mente la torre di Pisa (e se avesse ragione lei?..). Un anziano signore, con barba verdiana, distintissimo, con papi-ion, elegante come io non mi sognerei di essere mai, ma completamente muto, forse perche' perso nei meandri del suo passato che non tornerà più, mi ricorda che ci sono luoghi dove "'a livella" è gia' passata..

Sfiniti e contenti, tra panini al salame della valbrembana (preparati per noi) e cigni-minolli che tentiamo di far galleggiare nel laghetto delle carpe, chiudiamo il sipario su un pomeriggio intenso…

Ore 20.00: Rientro a Milano; dopo aver ordinato da "Paolino, il mago dello spiedino" una bruschetta rigorosamente all'aglio, mi fermo in Piazza e alito su una centralina di rilevamento dell'aria... domenica andremo ancora
a piedi..

Una signora, una di quelle che pensa che la torre di Pisa è storta davvero,
mi guarda con faccia interrogativa.. mi riempio d'aria i polmoni e gli urlo
a squarciagola: "aaaahhhhhhhhhhhhh un fioreeeeeee!...

" Fischettando me ne vado a casa.. stasera andro' a letto contento.

     
 

progettazione e realizzazione area24 s.r.l.